Modena e i suoi colori pastello

Siete mai stati a Modena? Noi ci abbiamo fatto un salto in un soleggiato pomeriggio di luglio. Sapete quei pomeriggi in cui si ha voglia di non pensare all'ansia, agli impegni, alle scadenze imminenti? Ecco. Noi avevamo proprio bisogno di staccare.

Lucia ha lasciato un pezzetto di cuore in questa città. Ci ha vissuto per il suo ultimo anno di triennale in economia, quindi per lei è stato un po' come tornare a casa dopo tanto tempo e immergersi, un po' malinconicamente, nei bei ricordi di quel periodo.

Modena vi farà innamorare di sé. È colorata e allegra. È calda. Le case alternano sfumature pastello di rosa, arancione e giallo e a gironzolare per le sue stradine c'è da rimanere incantati... Per non parlare di Piazza Grande e del Duomo! Questo, tra l'altro, è stato restaurato da poco e i suoi colori ora sono pazzeschi. Se avete tempo (e fiato), salite sulla cima della Ghirlandina, la torre accanto al Duomo, da cui si può ammirare tutta Modena dall'alto. La vista ripagherà la fatica, ve lo promettiamo! Imperdibile, se visitate la città di mattina, è fare un giro anche al Mercato Albinelli, il mercato coperto della città, costruito tutto in ferro e ultimato negli anni '30 del Novecento. Come poter non rimanere affascinati da questo posto? Qui troverete bancarelle di frutta e verdura, ma anche salumi, formaggi e tanti prodotti tipici. Per orario di aperitivo, invece, spostatevi in piazza della Pomposa, piena di baretti carini fra cui scegliere, oppure optate per La Bicicletta, posticino carinissimo in via sant'Eufemia. 

Il motivo per cui davvero dovete visitare Modena, però, è che è piena di cibo delizioso. E poi diciamocelo, in Emilia è davvero difficile mangiare male: tigelle, gnocco fritto, tortellini e tortelloni, gnocco ingrassato, parmigiano reggiano, salumi, aceto balsamico, cotechino e zampone e per concludere, i dolci, dal bensone alla torta Barozzi. Mmmm! E da bere, solo lambrusco, sia chiaro!

Speriamo davvero di tornare presto in questa città emiliana, magari per un tour a base di cibo tipico! A proposito, conoscete qualche posticino da suggerirci che proprio non possiamo perderci? A parte la famosa Osteria da Ermes, ovviamente. 🙂 

QUANDO ANDARE

Modena è stupenda in qualsiasi periodo dell'anno. Sì, anche con la pioggia. Sì, anche con la nebbia. Sì, anche d'estate con 50° all'ombra.

COSA VEDERE

Noi, come sempre, vi consigliamo di gironzolare per la città, ma riassumendo per punti:
• piazza Pomposa
• piazza Roma e l'Accademia Militare
• via Emilia
• piazza Grande
• Duomo
• Mercato Albinelli

DOVE MANGIARE

Posti consigliati (e testati) da noi:
Osteria da Ermes, per mangiare un pranzo tipico modenese;
Gelateria della Pomposa, gelato artigianale (per davvero!) con gusti che cambiano a seconda della stagione;
La Bicicletta, per un buon aperitivo con vino e salumi;
Taverna dei Servi, se volete assaggiare del buon gnocco fritto + tigelle.

Ti Potrebbero Piacere Anche

Nessun Commento

Lascia Un Commento